Sezioni

Home  Comunicare la ricerca  Eventi  Il Tecnopolo di Bologna. Ricerca pubblica & impresa: modelli organizzativi, strategie e aspettative a confronto

ARCHIVIO

RESOCONTI

EVENTI

Resoconti 2011

Il Tecnopolo di Bologna. Ricerca pubblica & impresa: modelli organizzativi, strategie e aspettative a confronto

22 aprile 2011, Bologna

Il 15 marzo 2011 l’ENEA ha avviato ufficialmente la sua partecipazione al Tecnopolo di Bologna, al quale aderisce insieme ai principali rappresentanti della ricerca pubblica del territorio bolognese nell’ambito della Rete dell’Alta Tecnologia della Regione Emilia-Romagna.

La componente ricerca del progetto regionale dei Tecnopoli è iniziata, come l’Assessore Muzzarelli ha evidenziato, senza aspettare i tempi, più lunghi della complessa ristrutturazione edilizia che renderanno disponibile la sede materiale destinata ai laboratori del Tecnopolo di Bologna, presso l’area della ex Manifattura Tabacchi- BAT.

Il workshop ha messo a confronto attività e modelli organizzativi che i tre principali rappresentanti della ricerca pubblica coinvolti - ENEA, CNR e Università di Bologna - hanno attuato nei rispettivi laboratori di ricerca industriale, istituiti con il finanziamento regionale disposto nell’ambito del POR FESR 2007-2013

I quattro laboratori ENEA, organizzati come Progetti ENEA, i cinque laboratori dell’Università di Bologna, organizzati come Centri Interdipartimentali di Ricerca Industriale (CIRI), i due laboratori CNR organizzati in forma di Consorzio, giuridicamente autonomo, tutti mediano con le proprie strutture organizzative e proprie scelte strategiche, i vincoli di autonomia operativa e organizzativa e di garanzia di continuità, anche oltre al termine del progetto finanziato, imposti dal bando del Progetto Tecnopoli in Regione Emilia-Romagna.

Come questi modelli sapranno rispondere alle esigenze dell’industria è l’interrogativo che il workshop ha proposto al dibattito e che presuppone la riuscita stessa del Progetto Tecnopoli della Regione Emilia-Romagna. Attraverso gli interventi di Unindustria, CNA e ASTER, rappresentate dai responsabili locali, si è posto in evidenza come sia importante che i protagonisti della ricerca pubblica, oggi, condividano e confrontino obiettivi e azioni con i soggetti industriali.

Il workshop ha bene evidenziato la consapevolezza da parte del mondo della ricerca del ruolo centrale dell’industria per la riuscita del Progetto Tecnopoli e per rendere efficace il sistema regionale di innovazione, ricerca e sviluppo; sono state altrettanto bene individuate le difficoltà e le grandi potenzialità di rendere effettivo questo modello in particolare interessando il mondo delle PMI: esigenze di comprendersi, usando linguaggi comuni; esigenze di creare condizioni e modalità nuove di intercettazione tra domanda e offerta.

L’idea di una nuova centralità dell’industria nelle strategie europee dei prossimi programmi di finanziamento della ricerca industriale, anticipate nell’intervento conclusivo, hanno convalidato e confermato questo nuovo comune sentire.

Un pubblico vasto con un’importante presenza di soggetti del mondo industriale e della ricerca, non solo regionali, ha assistito alla discussione confermando l’interesse per il tema e il format proposti dal workshop.

Si riportano nel seguito alcuni degli interventi:

Comunicato Stampa

Programma dell’evento