Sezioni

Home  Comunicare la ricerca  Eventi  L'applicazione del Regolamento REACH: il caso dell'acetone. Schede di sicurezza e scenari di esposizione

ARCHIVIO

RESOCONTI

EVENTI

L'applicazione del Regolamento REACH: il caso dell'acetone. Schede di sicurezza e scenari di esposizione

10 giugno 2010, Roma

Dal 1° giugno 2007 è in vigore il Regolamento REACH (CE) n. 1907/2006 che unifica la legislazione comunitaria in materia di sostanze chimiche e introduce un sistema integrato per la loro registrazione, valutazione, autorizzazione e restrizione. In base al principio “no data, no market” le sostanze chimiche che non saranno state registrate presso l’Agenzia Europea per le sostanze chimiche (ECHA), non potranno più essere né importate né commercializzate in Europa. La fase transitoria di applicazione del Regolamento sta per finire, e la prima scadenza di registrazione che riguarda le sostanze più a rischio per la salute umana, è fissata per il  30 novembre 2010. L’applicazione di questo importante regolamento, nato per migliorare la conoscenza e quindi mitigare i rischi per la salute derivanti dalle sostanze chimiche, è piuttosto complessa. Come negli altri Paesi Europei, anche in Italia è in funzione un Helpdesk nazionale, gestito dall’IPI, per fornire informazioni e consulenza sugli obblighi, le responsabilità, le procedure derivanti dal REACH.  
Questo incontro, che fa parte delle attività dell’Helpdesk, è stato organizzato per mostrare e discutere i risultati di uno studio affidato dal Ministero dello Sviluppo Economico all’ENEA, sulle schede di sicurezza e gli scenari di esposizione dell’acetone. L’esame di questo caso particolare, fornirà un contributo pratico alla elaborazione delle schede e degli scenari anche delle altre  sostanze chimiche. Verranno presentati i risultati di un’analisi di conformità al Regolamento delle schede presenti sul web e verranno fornite le linee guida e una check list per elaborare le schede. Saranno discussi i risultati dell’elaborazione ENEA degli scenari, il loro format descrittivo, il calcolo dell’esposizione secondo vari modelli (TRA, Stoffenmanager, Risk of derm ecc.), il calcolo del DNEL (Derived No-Effect Levels) e del PNEC (Predicted No Effect Concentration), oltre che i rapporti di caratterizzazione del rischio. Particolare evidenza sarà riservata ai parametri di scaling, particolarmente utili per gli utilizzatori, ma potenzialmente utili anche per gli organi di controllo. Sarà infine fatta una dimostrazione pratica di consultazione dell’Helpdesk per gli scenari di esposizione dell’acetone.

Programma

Scheda di Registrazione