Sezioni

Home  Comunicare la ricerca  Eventi  Oltre la crisi: prospettive di crescita nel lungo periodo

ARCHIVIO

RESOCONTI

EVENTI

Oltre la crisi: prospettive di crescita nel lungo periodo

3 maggio 2010, Roma

La forte rilevanza assunta dai temi dell’innovazione tecnologica e dello sviluppo economico sostenibile nell’attività dell’ENEA, costituisce un importante richiamo per riflettere sull’attuale fase della crisi economica internazionale e sui risvolti che da essa possono derivare per il nostro paese. Aumentano gli interrogativi sulla capacità con cui le economie sapranno costruire nuovi e duraturi sentieri di crescita e bisogna tornare a ragionare sulle cause “reali” che hanno portato alla recessione economica, comprendendone a fondo il loro carattere “strutturale”.

Davide Gualerzi sollecita efficacemente questa riflessione nel suo studio appena pubblicato “The Coming of Age of Information Technologies and the Path of Transformational Growth. A long run perspective on the late 2000s recession”, sottolineando come l’incertezza relativa alla dinamica della domanda nel lungo periodo (ed in particolare degli investimenti) condizioni il processo di sviluppo economico, entro i confini determinati dall’innovazione tecnologica. È così possibile confutare una visione diffusa che, facendo leva sull’assunto che il mercato sia dotato di una intrinseca capacità di autoregolazione, porta a considerare l’attuale crisi economica internazionale, ancorché grave e profonda, un incidente di percorso, se non addirittura un processo di “distruzione creatrice” in grado di far emergere il meglio delle risorse imprenditoriali collegate alla capacità di innovazione, e di riavviare con ciò il meccanismo di crescita.

È necessaria, dunque, una convinta presa di coscienza dei limiti di questa visione, nei termini tanto degli esiti che si sono registrati nella crisi attuale, quanto degli ulteriori errori che potrebbero ripetersi nella fase della ripresa. Il problema è stringente in tutte le economie più avanzate, ma una riflessione maggiormente articolata assume particolare importanza per i paesi europei e tra di essi per quelli come l’Italia che nel recente passato hanno mostrato evidenti difficoltà di crescita oltre ad una accentuata fragilità nella struttura del loro sistema innovativo.

Programma