Sezioni

Home  Comunicare la ricerca  Eventi  Ambiente tra moda, strumentalità e rigore. Il ruolo dell'LCA per l'innovazione e la comunicazione ambientale

ARCHIVIO

RESOCONTI

EVENTI

Resoconti 2009

Ambiente tra moda, strumentalità e rigore. Il ruolo dell'LCA per l'innovazione e la comunicazione ambientale

30 ottobre 2009, Rimini

Alla presenza di oltre 150 persone si è svolto il 30 ottobre il convegno della Rete Italiana Life Cycle Assessment (LCA), organizzato dall’ENEA (PROT INN) nell’ambito della fiera internazionale Ecomondo, dal titolo “Ambiente tra moda, strumentalità e rigore. Il ruolo dell’LCA per l’innovazione e la comunicazione ambientale”.

La manifestazione è stata l’occasione per presentare casi di successo di aziende che hanno applicato la metodologia LCA per il miglioramento ambientale dei propri prodotti o per la sperimentazione di tecnologie “pulite”.

In particolare, sono stati illustrati due studi di LCA effettuati con il contributo dell’ENEA presso le aziende COOP ITALIA e CARPIGIANI, leader di mercato nel settore delle macchine per gelato artigianale.

Il convegno è stato aperto da Paolo Masoni dell’ENEA, coordinatore della Rete Italiana LCA, cui hanno fatto seguito interventi di relatori del mondo dell’industria e della ricerca, per focalizzare l’attenzione su come creare coerenza tra innovazione tecnologica, performance ambientali e credibilità dell’informazione.

Tra le imprese che hanno conseguito risultati positivi la Barilla, che ha presentato il percorso per ottenere l’etichetta ambientale EPD della pasta, e la Tetrapak che ha illustrato l’applicazione dell’LCA ai suoi prodotti.

Programma

Relazioni

www.reteitalianalca.it