Sezioni

Home  Comunicare la ricerca  Eventi  Mostra: "Anno 2050: quale energia?"

ARCHIVIO

RESOCONTI

EVENTI

Mostra: "Anno 2050: quale energia?"

19 giugno - 13 luglio 2008, Porto Turistico di Roma

ANNO 2050: quale energia? è una mostra divulgativa sulla questione energetica, realizzata da ENEA con l’obiettivo dare su un tema così importante un messaggio chiaro e immediatamente fruibile dal grande pubblico, in particolare dai giovani in età scolare.

Molti commentatori hanno definito la questione energetica il problema del secolo. La crescita inesorabile della domanda mondiale di energia e la necessità di affrontare i mutamenti climatici pongono la società civile e i governi di fronte a scelte che avranno importanti conseguenze sulle generazioni future. Eppure, nonostante il problema sia quotidianamente trattato dai mass media e entri spesso nel vissuto quotidiano (caro-vita, caro petrolio, eventi meteorologici estremi), spesso manca l’informazione scientifica corretta che favorirebbe l’adozione di comportamenti responsabili e la sensibilizzazione verso politiche e scelte che competono ai governi e alle autorità locali, ma spesso non sono comprese dai cittadini.

ANNO 2050: quale energia?, che viene inaugurata ad Ostia in occasione del Water and Energy Information Tour, vuole illustrare gli aspetti essenziali della questione energetica, evidenziando come un problema così complesso debba essere affrontato a diversi livelli, non ultimo l’impegno individuale a rinunciare agli sprechi di energia nel proprio quotidiano. Il titolo menziona esplicitamente l’anno 2050 come riferimento temporale molto prossimo, per sottolineare l’importanza di agire ora per garantire all’umanità un futuro sostenibile.

La mostra è organizzata in aree concettuali, dove ogni volta viene affrontato un determinato aspetto con il supporto dei friendly characters, personaggi amici, ispirati a ricercatori che con i loro studi hanno data un contributo essenziale alla comprensione della questione energetica: per i cambiamenti climatici, Charles David Keeling (geochimico che ha messo a punto la metodologia per la misurazione della CO2 globale e dimostrato in modo inconfutabile come sia costantemente in aumento); per i combustibili fossili, M. King Hubbert (geofisico che ha elaborato la teoria del picco di Hubbert sui giacimenti fossili). Infine per una visone immediata e intuitiva della relazione fra popolazione, emissione di gas serra e consumi energetici, sono stati utilizzati i cartogrammi di Mark Newman, Università del Michigan. Video, animazioni, ma soprattutto semplici giochi interattivi invitano il visitatore a non rimanere passivo e a dare il proprio contributo.

La mostra ha ottenuto il patrocinio IYPE, International Year of Planet Earth inaugurato dall’UNESCO il 12 febbraio scorso a Parigi, e verrà presentata in varie manifestazioni a carattere scientifico in tutta l’Italia.

Per saperne di più:

ENEA
Unità Informazione e Promozione dei Progetti ENEA
relprom@sede.enea.it