Sezioni

ECCELLENZE ENEA

ECCELLENZE ENEA

Trattamento dei rifiuti

Sintesi di materiali ceramici ad alto valore aggiunto a partire da rifiuti
logo

Sergio Galvagno, Giacinto Cornacchia, Sabrina Portofino, Stefania Casu, Giampaolo Casciaro, Maria Martino, Antonio Russo, Giovanni Bezzi
ENEA, Dipartimento Ambiente, Cambiamenti Globali e Sviluppo Sostenibile

L’ENEA ha maturato da tempo una significativa esperienza nello studio di trattamenti termici innovativi in grado di massimizzare il recupero di materiali e di energia dai rifiuti. L’obiettivo è di fornire soluzioni tecnologiche e processi che migliorino l’eco-compatibilità dei trattamenti di “fine vita” nel rispetto e risparmio delle risorse naturali; i principali processi considerati sono la pirolisi, trattamento termico condotto in assenza di ossigeno e la gassificazione, trattamento termico condotto in difetto di agente ossidante e/o in presenza di vapore (thermal gasification). I processi producono tre frazioni principali: una frazione gassosa (ricca in idrogeno, metano, monossido e biossido di carbonio ecc.), una frazione liquida (che comprende oli e catrami; la complessità di questa frazione è simile al petrolio grezzo) ed una frazione solida, il char (residuo solido di processo in cui sono presenti le ceneri ed una componente carboniosa, spesso rilevante); le proporzioni di queste frazioni e la composizione variano in dipendenza da più fattori: tipo di processo, condizioni operative, materiale trattato.

Tuttavia, questi trattamenti innovativi di valorizzazione dei rifiuti presentano ancora molti problemi da risolvere prima della loro applicazione su scala industriale. Tra questi, una delle problematiche di maggiore interesse è lo sfruttamento commerciale dei prodotti di processo.

La ricerca in questione riguarda proprio lo sfruttamento del residuo solido (char) come fonte di carbonio; è stato sviluppato a tale scopo un ‘processo integrato’ di termotrattamento/sintesi in grado di produrre da un lato energia e dall’altro materiale ceramico ad alto valore aggiunto, in particolare carburo di silicio. Interessanti le prospettive, essendo il settore dei materiali ceramici in costante crescita e i principali limiti di impiego legati al costo delle materie prime e dei processi di sintesi; la valorizzazione di rifiuti come materie prime seconde per questi processi fa intravedere la possibilità di ridurre i costi di produzione, e quindi allargare le potenzialità di utilizzo, oltre a contribuire alla salvaguardia delle risorse naturali.

immagine

Alcuni componenti del Gruppo. Da sinistra: M. Martino, S. Casu, G. Cornacchia, G. Casciaro, S. Portofino, S. Galvagno

Per informazioni:sergio.galvagno@enea.it

Approfondimenti:

 Filmato

Intervista a Sergio Galvagno: Sintesi di materiali ceramici ad alto valore aggiunto a partire da rifiuti: un processo innovativo ed ecocompatibile

Risultati conseguiti, Avvio e sviluppo della ricerca, Prospettive e possibili applicazioni, Collaborazioni, Energia, Ambiente e Innovazione, n. 2/2009

Riconoscimenti ottenuti