Circolare N. 56/Commissariale

Comitato Unico di Garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni.

Roma, 20 giugno 2011

  1. Come è noto, l’art. 21 della legge 183/2010, modificando l’art. 57 del decreto legislativo n.165/2001, ha disciplinato il Comitato Unico di Garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni, da ora definito CUG.
  2. Le linee guida sulle modalità di funzionamento del CUG sono state dettate dalla Direttiva del 4 marzo 2011 del Dipartimento della Funzione Pubblica.

    Il CUG sostituisce, unificandoli, il Comitato Pari Opportunità e il Comitato paritetico per il contrasto del fenomeno del mobbing.

    Il CUG, nell’esercizio delle funzioni alle quali è preposto,  risponde all’esigenza di garantire maggiore efficacia ed efficienza dell’azione amministrativa rappresentando, altresì, un elemento di razionalizzazione nell’organizzazione dell’Agenzia.

    Il CUG opera in un’ottica di continuità con l’attività e le progettualità poste in essere dagli organismi preesistenti.

  3. Il CUG è preposto a:
  4. L'Enea costituisce il CUG, ai sensi dell’art. 57, d.lgs. n. 165/2001.
  5. Il CUG ha una composizione paritetica ed è formato da componenti designati da ciascuna delle Organizzazioni Sindacali rappresentative, ai sensi dell’art. 40 e 43 del d.lgs. n. 165/2001, e da pari numero di rappresentanti dell’amministrazione, nonché da altrettanti componenti supplenti, assicurando nel complesso, tra membri effettivi e supplenti, la presenza paritaria di entrambi i generi.

    Le/i componenti supplenti possono partecipare alle riunioni del CUG solo in caso di assenza o impedimento dei rispettivi titolari.
    E’ fatta salva la possibilità di ammettere la partecipazione ai lavori del CUG, senza diritto di voto, di soggetti non facenti parte dell’amministrazione, nonché di esperti con le modalità che verranno disciplinate nel regolamento di organizzazione, di cui al punto 8.

    Al fine della scelta delle/dei componenti del CUG, l’Amministrazione procede alla designazione di 5 componenti effettivi e 5 supplenti, nel rispetto della parità di genere, mediante esame dei curricula che dovranno essere redatti sulla base del format allegato alla presente Circolare e dovranno pervenire all’Unità Centrale del Personale entro e non oltre 15 giorni dalla pubblicazione della stessa su INTRAENEA.

    I curricula verranno esaminati da una Commissione composta da membri dell’Unità Centrale del Personale, nello specifico l’Avv. Fabio Vecchi, in qualità di coordinatore, l’Avv. Maria Candida Giordano, l’Ing. Filippo Silvestri e la Dr.ssa Giuseppina Messano.

    L’esame dei curricula deve tener conto dei requisiti indicati al successivo punto 4.

    Al termine del suddetto esame la Commissione avanzerà una proposta al Commissario che procederà alla designazione.

    Si fa presente che possono autocandidarsi solo dipendenti con rapporto di lavoro a tempo indeterminato al fine di garantire la continuità dei lavori del CUG.

  6. Le/i componenti del CUG devono possedere requisiti di professionalità, esperienza, attitudine, anche maturati in organismi analoghi
  7. Nello specifico si richiedono:

  8. La/il Presidente è nominata dal vertice dell’Amministrazione tra gli appartenenti ai ruoli della stessa amministrazione, in aggiunta alle designazioni di cui al punto 3, e deve possedere tutti i requisiti sopra indicati oltre ad elevate capacità organizzative e comprovata esperienza maturata anche in analoghi organismi o nell’esercizio di funzioni di organizzazione e gestione del personale.
  9. Il CUG è nominato con provvedimento del vertice dell’Agenzia.
  10. Il CUG si intende costituito e può operare ove sia stata nominata la metà più uno delle/dei componenti previsti.

    Le/i componenti del CUG restano in carica quattro anni. L’incarico per ciascun componente  può essere rinnovato una sola volta.

    L’Amministrazione terrà conto dell’attività svolta dalle/dai componenti all’interno del CUG ai fini della quantificazione dei carichi di lavoro.

    Il CUG esercita compiti propositivi, consultivi e di verifica, nell’ambito delle proprie competenze che, ai sensi dell’art. 57, comma 1, del d.lgs. n. 165/2001, sono quelle che la legge e la contrattazione collettiva assegnavano al Comitato per le Pari Opportunità.

  11. Il CUG esercita compiti propositivi in tema di:
  12. Consultivi, formulando pareri su:

  13. Il CUG opera in stretto raccordo con il Commissario, in qualità di Direttore Generale, ed esercita le proprie funzioni utilizzando le risorse umane e strumentali, nonché i dati e le informazioni necessarie, messe a disposizione dall’Enea, per garantire le finalità previste dalla legge e dalla contrattazione collettiva vigente.
  14. L’Agenzia provvederà, altresì, a realizzare sul proprio sito web un’apposita area dedicata alle attività del CUG.

La diffusione della presente Circolare sarà assicurata attraverso la sua pubblicazione sul sito INTRAENEA

 

ENEA
Agenzia nazionale
per le nuove tecnologie, l'energia
e lo sviluppo economico sostenibile
Il Commissario
(Ing. Giovanni Lelli)