Sezioni

ATTIVITÀ INTERNAZIONALI

IPHE (International Partnership for the Hydrogen Economy)

L’iniziativa “International Partnership on Hydrogen Economy” è stata costituita a Washington, nel settembre 2003, con l’obiettivo prioritario di favorire la realizzazione, a livello mondiale, di una nuova economia basata sul vettore idrogeno per rispondere alla domanda crescente di energia del mercato e allo stesso tempo ridurre le emissioni di gas serra entro i valori indicati dagli scienziati del clima per evitare possibili disastri ambientali.

Alla Partnership aderiscono 16 Paesi (Australia, Brasile, Canada, Cina, Francia, Germania, Giappone, India, Islanda, Italia, Repubblica di Corea, Norvegia, Nuova Zelanda, Regno Unito, Russia, Stati Uniti) e la Commissione Europea.

L’Italia, rappresentata dal Ministero per l’Ambiente e la Tutela del Territorio e del Mare, è un Paese membro fondatore della partnership e ricopre la posizione di vicepresidenza assieme a Cina, Giappone e Canada. La presidenza è gestita attualmente dagli Stati Uniti.

ENEA è responsabile, per l’Italia, delle tematiche relative all’accumulo dell’idrogeno nell’ambito di diverse collaborazioni internazionali.